Il Gruppo di P.C. al lavoro per il maltempo

Giornata impegnativa per il Gruppo di Protezione Civile della Fratellanza Popolare di Caldine.
Alle sette di stamani il Gruppo è stato allertato, nell’ambito della convenzione con il Genio Civile Valdarno Superiore della Regione Toscana  per monitorare l’Arno, due volontari della Fratellanza a turno, presso la Sala Genio agli Uffizi, hanno aggiornato i dati relativi alla piena, con cambi di turno ogni quattro ore circa.
Il servizio si è concluso alle 23 di ieri sera.

Riccardo L. impegnato ad aggiornare i dati sul monitoraggio dell’Arno.

La Fratellanza ha, inoltre, una convenzione Comune di Fiesole per intervenire in caso di emergenze dovute a calamità naturale. Di solito l’associazione garantisce al Comune di essere operativa con una squadra di volontari dopo mezz’ora dall’allertamento, visto, le condizioni metereologiche, ieri i volontari erano già in sede, già dalla mattina presto, pronti a rispondere alle chiamate.

La prima richiesta, intorno alle ore 9, è stata per l’allagamento di uno scantinato a Ponte alla Badia, intervento risolto con l’impiego di tre idrovore e cinque volontari.
Poi nel pomeriggio altra chiamata per ripristinare la viabilità a Fontelucente, la strada era invasa da fango e pietre.
Per tutta la giornata i volontari hanno monitorato con sopralluoghi le aree di crisi del territorio.

Il ripristino della viabilità a Fontelucente

Nel tardo pomeriggio la situazione nel territorio comunale è migliorata, al lavoro è rimasta, fino alle 23,  la squadra agli Uffizi a monitorare la piena dell’Arno.

“E’ stato abbastanza difficile, secondo Donatella Gussoni, responsabile del Gruppo, riuscire a coordinare entrambi gli eventi,(piena dell’Arno e territorio comunale), anche perchè verso mezzogiorno le notizie che arrivavano dal Girone erano piuttosto preoccupanti, poi, per fortuna tutto è andato per il meglio, devo ringraziare i nostri volontari per la loro professionalità e disponibilità”

L’intervento a Ponte alla Badia

” Ieri, dice il Presidente della Fratellanza, Fabrizio Ulivieri, in una situazione piuttostosto preoccupante, abbiamo dimostrato ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che noi ci siamo sempre.
Dopo aver ringraziato i nostri meravigliosi volontari, vorrei rivolgere ai cittadini una richiesta di aiuto, noi come potete constatare tutti i giorni, abbiamo esteso enormemente la nostra attività, i volontari non bastano mai, abbiamo bisogno di loro, chiunque possa darci una mano è ben accetto, altrimenti saremo costretti a ridimensionare le nostre prestazioni”.

Tutte le foto degli interventi odierni

Caldine 17 novembre 2019