Iniziata la formazione per “Io non rischio”

io non rischio caldine 1E’ iniziata questa settimana la formazione dei volontari per la campagna promossa da Anpas
“Io non rischio”.
Questa anno, per la prima volta, l’iniziativa si svolgerà anche a Fiesole, infatti 2016, inil 15 e 16 ottobre in  Piazza Mino, volontari della Fratellanza Popolare di Caldine informeranno i cittadini su quale comportamento tenere in caso di terremoto. Dopo aver partecipato ad una riunione di formazione martedì 24 maggio presso la Pubblica Assistenza di Barberino del Mugello, ieri i nostri volontari si sono riuniti presso la sede della Fratellanza Popolare in Piazza dei Mezzadri a Caldine.

Come nasce “Io non rischio”
Il sistema più efficace per difendersi da un rischio è conoscerlo. Questo tipo di conoscenza, per essere realmente utile, di solito comporta un livello di approfondimento che difficilmente può essere comunicato con un semplice spot radiofonico o televisivo.

L’ideale, per un cittadino, sarebbe poter parlare con qualcuno capace di raccontargli tutto quello che occorre sapere sul terremoto, sul maremoto o su qualsiasi altro rischio, magari incontrandolo direttamente nella sua città, in piazza, un sabato o una domenica mattina. Ed è qui che si è accesa la lampadina: i volontari di protezione civile!

Le associazioni di volontariato di protezione civile sono presenti in tutta Italia. I volontari vivono e operano sul proprio territorio, lo conoscono e a loro volta sono conosciuti dalle istituzioni locali e dai cittadini. Chi meglio di loro per fare informazione sui rischi che su quel territorio insistono?

Da questi presupposti è nata l’idea originaria di Io non rischio. Formare i volontari di protezione civile sulla conoscenza e la comunicazione del rischio per poi farli andare in piazza, nella loro città, a incontrare i cittadini e informarli. Un’idea concepita e proposta da Anpas e subito sposata dal Dipartimento della Protezione Civile, dall’Ingv e da ReLuis, e poi progressivamente allargata ad altre associazioni di protezione civile.

Da qualche anno questa idea ha preso campo e in genere  nel secondo fine settimana di ottobre alcune piazza d’iralia sono state luogo di formazione e approfondimento di comportamento in caso di calamità naturale (alluvione, terremoto, maremoto).

La Fratellanza Popolare Valle del Mugnone ha deciso nel 2016 di aderire all’iniziativa, così nei giorni 15 e 16 ottobre in Piazza Mino a Fiesole ci saranno volontari della Fratellanza che “comunicheranno” alla cittadinanza come comportarsi per limitare i rischi in caso di terremoto.

Caldine 27 maggio 2016

Info: protezionecivile@caldinesoccorso.it; urp@caldinesoccorso.it; tel 055 549166