Servizi di trasporto socio-sanitari

Questi servizi si dividono fra Servizi di Trasporto Sociali e Servizi di Trasporto Ordinari non di Emergenza.

fiat qubo m34 servizi socialiServizi di Trasporto Sociale

Il servizio di Trasporto Sociale è rivolto alle persone disabili o temporaneamente non autosufficienti per consentire la frequenza di centri diurni presso le residenze sanitarie assistenziali, scuole secondarie di secondo grado e sedi di formazione professionale per gli alunni disabili, centri sanitari e di socializzazione e sedi per l’attuazione dei progetti socio-terapeutici.
Per usufruire del servizio, il cittadino o chi lo rappresenta (familiare, tutore, amministratore di sostegno etc.) si rivolge all’assistente sociale della sede distrettuale di residenza, il quale valuta la situazione personale, familiare ed economica e provvede a raccogliere la domanda per l’attivazione del servizio, interessando la nostra Associazione.

furgone m35Servizi di Trasporto Sanitario Ordinari NON di Emergenza (Centrale di Esculapio)

Dal 2 Gennaio 2004 è attiva sul territorio fiorentino la prima centrale del Volontariato per il trasporto ordinario NON di emergenza denominata “Centrale di Esculapio”.
Il suo compito è quello di gestire e controllare in ambito provinciale la situazione del trasporto sanitario ordinario fra dimissioni, trasferimenti ospedalieri, visite specialistiche, terapie, riabilitazioni e ricoveri in codice bianco trasmessi dalla centrale 118. Raccogliendo anche le richieste che provengano da ospedali e case di cura razionalizza il rapporto fra domanda ed offerta rendendo minimo il disagio per il paziente.
Tutte le associazioni sono in collegamento con la centrale e possono controllare l’andamento quotidiano dei servizi.
Per prenotare il mezzo il paziente o suo familiare, dovrà chiamare la centrale operativa o la propria associazione, dopo che il medico di medicina generale avrà preparato la richiesta sul ricettario regionale specificando il mezzo di trasporto prescritto (ambulanza, mezzo attrezzato etc.).
Per servizi che non rientrano fra quelli sopra menzionati (visite d’invalidità, dimissioni volontarie, viaggi per strutture non convenzionate) i soci della Fratellanza Popolare Valle del Mugnone possono contattare direttamente l’associazione ed hanno, per statuto, tariffe agevolate.